9 regole da seguire per creare un perfetto blog aziendale

Perché è importante creare un blog?

Facciamo un piccolo passo indietro e cerchiamo di capire cos’è anzitutto un blog. Molti lo definiscono un sito dinamico, cioè un sito dove è possibile aggiornare i contenuti giorno per giorno, un diario online dove è possibile comunicare in tempo reale le novità che riguardano la propria attività.

 Quindi uno strumento di comunicazione davvero straordinario che permette di raggiungere 2 obiettivi fondamentali:

  1.  fidelizzare vecchi e nuovi clienti in poco tempo;
  2.  trasmettere agli utenti  un valore aggiunto emozionale e conoscitivo fondamentale per il successo della propria attività nel lungo periodo.

Per esempio, un blog inserito all’interno di un ecommerce  contribuisce a migliorare l’indicizzazione del sito nei motori di ricerca, questo significa maggiore visibilità del proprio business e quindi maggiore possibilità di aumentare in modo esponenziale il numero delle vendite dei prodotti e servizi.

Eppure nonostante i  vantaggi che può portare un blog alla propria attività, la maggior parte dei siti aziendali o peggio ancora dei siti istituzionali sono sprovvisti di un blog e le aziende che hanno adottato al proprio interno questo strumento di comunicazione spesso lo gestiscono male, limitandosi a replicare contenuti di poca utilità per i propri lettori.

 Perché, nonostante i tanti vantaggi molte attività fanno a meno del blog o non credono molto sulle potenzialità del blog?

 Dialogando con i tanti imprenditori alle prese con problemi di scarsa visibilità della loro attività su internet, alcuni non hanno capito le vere potenzialità di un blog, altri invece non hanno né voglia nè il tempo di assumersi l’impegno di gestire una pagina comunicativamente proattiva della propria presenza online, preferendo invece limitarsi alla sola presenza sui principali social network.

In realtà, avere un blog  può  essere una delle principali leve di marketing che l’azienda ha a disposizione per migliorare la visibilità del proprio brand e quindi aumentare  in modo esponenziale il fatturato, clienti e guadagni complessivi.

Io lo paragono ad una sorta di “megafono” dell’azienda, uno strumento con il quale attirare e consolidare i rapporti con gli utenti, e influenzarli nei successivi comportamenti di acquisto di prodotti e servizi.

Ma, affinchè la gestione del blog sia proattiva alla comunicazione aziendale bisogna rispettare alcune regole  fondamentali:

  1. i contenuti devono essere di qualità:  bisogna pensare e scrivere ciò che può essere realmente utile ed evitare la duplicazione di contenuti parziali o totali da altre fonti.
  2. Inserire i tasti per le condivisioni sui social network: sicuramente non devono mancare quelli che fanno riferimento ai social più utilizzati al mondo (facebook, twitter, linkedin, Google+) perché, se il lettore riterrà utile il contenuto del post, è molto probabile che sia invogliato a condividerlo con i suoi amici, parenti, follower di quel social;
  3. Stimolare le interazioni e i commenti, evitando il più possibile le censure: in molti casi una buona risposta alle critiche è più utile è meno aggressiva di una censura: l’utente potrebbe fraintendere le tue buone intenzioni e non vedere l’ora di scappare dal tuo sito per poi non tornarci mai più.
  4. Cura attentamente la capacità di scrittura e di comunicazione: evita di improvvisare, lasciati guidare da uno stile omogeneo, all’interno di un piano editoriale ben programmato;
  5. Dimostrare positività e sii propositivo: il blog  ha un enorme potere di influenzare le decisioni di acquisto dei lettori . Questa affermazione si basa su alcune ricerche che hanno dimostrato come il blog produce effetti motivazionali, o demotivazionali, del 40%.
  6. la formattazione del testo: qui penso che non sia altro da dire, immagino che tu conosca bene le regole per una formattazione corretta di un testo, giusto? Bene, allora metti in pratica quello che già conosci e ricorda sempre che ” l’occhio vuole la sua parte!”; la formattazione deve essere fatta in maniera tale che la lettura per l’utente risulti piacevole e stimolante;
  7. Firma sempre con il proprio nome i contenuti inseriti: evita l’uso della ragione sociale dell’azienda o “admin” come firma. Inserisci il tuo nome e fai in modo che ad intervenire sul blog  siano più persone e con diverse qualifiche. Valuta anche di ospitare nel blog degli autori esterni, potenzialmente noti, e in grado di influenzare il tuo pubblico con la propria voce;
  8. Presta attenzione alla SEO (Search Engine Optimization): qui stiamo parlando del posizionamento dei contenuti nei motori di ricerca in particolare su Google e qui mi riallaccio alla regola numero 1 dove si parlava di contenuti di qualità, ricordi?  Certo, questa è una branca dell’Internet Marketing che richiede competenze di copywriting, conoscenza più o meno approfondita di come si evolvono gli algoritmi di Google, sarebbe opportuno, se hai poca esperienza, farti affiancare da chi si occupa per mestiere di SEO.
  9. Promuovere il blog: i canali sui quali fare leva  sono tantissimi e  integrabili tra loro:  si va dal tuo intervento diretto  nei forum, partecipazione ai gruppi di discussione sui social network, seguire altri blog affini al tuo e lasciare i propri commenti all’articolo di quel blog, il guest blogging cioè scrivere articoli tuoi sui quei blog che hanno già un’elevata visibilità sul web.

Mi rendo conto che, alla luce di quello che ti ho detto prima, il blog è uno strumento di comunicazione fantastico che può fare veramente fare la differenza nel tuo business e non tutti hanno voglia di cimentarsi in questa seconda professione, perchè di una vera e propria professione stiamo parlando!!!

Noi di internetmarketingsemplificato.com, in collaborazione con una nostra società partner, forniamo un servizio di consulenza ad hoc che va dalla progettazione di un blog (sia dal punto di vista dei contenuti sia sotto l’aspetto della grafica) sino allo studio e applicazione delle migliori strategie di web marketing che hanno come finalità la promozione del tuo blog sui tutti i principali canali di comunicazione che offre il web. Lascia pure un tuo commento qui sotto, ti contatteremo il prima possibile per analizzare nel dettaglio la tua idea su come creare un blog professionale.

A presto

Cosimo

P.S. Se hai trovato questo articolo utile, condividilo sui tuoi social preferiti con i tuoi amici e colleghi, aiuterai sicuramente anche loro.

 

About The Author

Alessio Giampieri

Alla costante ricerca di nuove nicchie di mercato. La ricerca della strada più veloce e semplice per creare un business online è diventata la mia mission.

Leave A Response

* Denotes Required Field