AB test: come leggere nella mente dei clienti

AB test: come leggere nella mente dei tuoi clienti

Ti sei mai trovato di fronte a qualcuno che vuole dirti come dovresti comportarti con il tuo business perché lui sa cosa è meglio per te?

Come fanno queste persone a sapere che è meglio avere il pulsante d’acquisto di color rosso piuttosto che verde? Hanno la sfera di cristallo?

Credo proprio di no, semplicemente hanno applicato in alcuni casi queste strategie, hanno visto che funzionano e quindi hanno deciso che possono essere adatte anche per te. Nulla di più sbagliato.

Non esiste nessuno che può dirti con esattezza cosa fare e garantirti risultati migliori. Esiste però un metodo scientifico che può aiutarti ad ottimizzare il tuo business e far crescere costantemente il tuo business.

Alessio di che metodo scientifico stai parlando?

Di un metodo basato sugli ABtest, perché in realtà nessuno può sapere quale piccola modifica porterà grandi risultati alla tua attività. Solo dai dati puoi avere indicazioni chiare, semplici e concrete.

Tornando all’esempio del pulsante di un ecommerce, comunemente viene detto che il rosso comunica pericolo quindi è meglio scegliere altri colori come il giallo.

Chi ti da questa indicazione dovrebbe trasmetterla come un’indicazione appunto e non come una verità assoluta perché questa regola non funzionerà in tutti i casi.

Le variabili sono troppe, una su tutte la grafica del resto del sito. Il pulsante deve essere contestualizzato e, anche se guardando il quadro in una maniera più ampia potresti fare delle ipotesi non potrai mai sapere quale colore funziona meglio nel tuo sito.

Ecco allora che entrano in gioco gli split test che, sono gli unici ad avere il diritto di spiegarti quali modifiche aumentano realmente le performance del tuo business.

Qual è la differenza fra gli AB test e i metodi usati dai consulenti amatoriali?

Se hai mai parlato con un consulente con poca esperienza o con un web designer, sai benissimo che queste persone sono sempre pronte a vomitarti regole generali che funzionano in tutti i settori e in tutti i modelli di business, vero?

Beh come abbiamo detto questo metodo di procedere che molti usano semplicemente facendo copia-incolla di informazioni da qualche libro è un metodo che non tiene conto delle possibili variabili (e sono tantissime).

Per esempio una delle regole comuni del buon web designer riguarda i form da compilare per inviare una richiesta o per ottenere lead. Bene, la regola dice che ad ogni form aggiunto il tasso di conversione diminuisce. Se fosse cosi, come possiamo spiegare casi in cui form più “lunghi” hanno performato meglio?

Semplicemente le variabili che entrano in gioco sono talmente tante che solo uno ab test può tenerne conto e, solo usando un metodo scientifico puoi migliorare sempre più il tuo business in base a quello che davvero funziona realmente.

Cosa puoi capire da tutto questo?

Che dovresti diffidare di consulenti, web agency, web designer, e chiunque altro vuole dirti come fare per aumentare sempre più le conversioni. Resta alla larga da queste persone perché si limitano ad applicare teorie senza dati concreti.

Insomma, per te che hai un business, grande o piccolo che sia, è importante sapere che ogni miglioramento e modifica hanno bisogno di essere testati. Solo cosi puoi capire qual è la soluzione migliore per te, tutto il resto puoi paragonarlo ad un gratta e vinci.

Un saluto

Alessio

P.S. hai già scaricato la guida “7 errori da evitare quando fai split test”? Lo trovi qui: http://internetmarketingsemplificato.com/7-errori-da-evitare-per-aumentare-le-conversioni/

About The Author

Alessio Giampieri

Alla costante ricerca di nuove nicchie di mercato. La ricerca della strada più veloce e semplice per creare un business online è diventata la mia mission.

Leave A Response

* Denotes Required Field