Alcune riflessioni sull’uso del web marketing da parte delle aziende

Ecco un caso significativo che dimostra come spesso venga utilizzata solo una piccola percentuale del potenziale del web marketing

Web marketing per aziendeÈ recente la notizia che la nota azienda dolciaria Melegatti abbia deciso di affidarsi ad un’agenzia di web marketing per migliorare la propria presenza online.

Ti starai chiedendo: “che c’è di strano?”

Beh, in effetti non è più un mistero che imprese anche molto importanti decidano di utilizzare internet per aumentare i loro profitti, ma quello che stupisce è la notizia che si siano rivolti a questa agenzia focalizzandosi soprattutto sul posizionamento organico.

Ovviamente il SEO è un’area molto importante nel web marketing ma non l’unica.

Per questo motivo ho detto che la notizia mi ha lasciato perplesso, perché non è difficile notare i benefici di un ottimo posizionamento organico, ma di tutti gli altri aspetti che cosa ne facciamo?

Per esempio l’utilizzo dei social media porta un’infinità di vantaggi, sia in termini di visibilità che di profitti.

Per avere questi vantaggi bisogna però avere una strategia e una buona padronanza dei vari strumenti, anche perché abbiamo già visto molti grandi flop di aziende che hanno utilizzato incoscientemente alcuni social network come twitter.

Oltre ai social poi esiste anche il blog aziendale che crea ancora altre opportunità, ad esempio l’interazione profonda con i visitatori, la creazione di una relazione bidirezionale e proficua, una maggiore diffusione del brand ecc.

I social media e il blog aziendale sono due elementi che nel web 2.0 aprono moltissime strade e offrono opportunità uniche, l’unico problema è che spesso non è cosi facile riconoscere i benefici che si possono avere dal loro utilizzo, a differenza del SEO dove sono più evidenti…

…e questo crea in casi, come quello della Malegatti, una sottostima degli altri strumenti e aree del web marketing.

Logicamente sfruttare a pieno tutte le potenzialità che internet ci mette a disposizione richiede un grande investimento di risorse ma, trattandosi di una grande azienda molto famosa, almeno in questo caso, non credo esistano problemi del genere.

Quindi alla base di questo atteggiamento credo ci sia ancora una scarsa educazione in Italia per quanto riguarda il web marketing, ma questo è positivo perché significa che per le aziende, e non solo, esistono abbondanti i margini di miglioramento.

Per questo motivo il mio consiglio per chiunque voglia sfruttare il web marketing per migliorare i profitti, per creare un lavoro o anche solo per aumentare la propria visibilità è di sfruttare a pieno gli strumenti che il web 2.0 ci mette a disposizione avendo cosi una presenza online ottimizzata.

Qual è invece la tua opinione riguardo al web marketing e al suo utilizzo nel 2012? Mi raccomando aspetto un tuo commento qua sotto ;-).

A presto

Alessio

About The Author

Alessio Giampieri

Alla costante ricerca di nuove nicchie di mercato. La ricerca della strada più veloce e semplice per creare un business online è diventata la mia mission.

6 Comments

  • Sergio

    Reply Reply novembre 19, 2012

    Ciao Alessio
    hai scritto un bel post, poche cose ma chiare.
    Il blog aziendale per me è fondamentale per mantenere un “cordone ombelicale” con i ns. Clienti, dove puoi scrivere dettagliatamente cosa produci/vendi, ecc.
    I Social Media si possono utilizzare appunto per promuovere sia il sito istituzionale sia il blog.
    Non dimentichiamo le Newsletter, altro strumento basilare per una diffusione capillare delle nostre notizie e veicolare il brand. Non per ultimo Youtube che ci mette a disposizione i canali video e Pinterest per una diffuzione delle foto.
    Sergio Prior
    Breton Marketing Manager

    • Alessio

      Reply Reply novembre 19, 2012

      Grazie Sergio per i complimenti, ho voluto trattare volutamente poche cose in questo articolo per renderlo il più semplice e chiaro possibile.

      Per fortuna poi esistono persone che come te hanno capito l’importanza dei vari strumenti da utilizzare per il web marketing.

      Quello che vorrei chiederti, secondo la tua esperienza è: come pensi si possa riuscire a coordinare tutte queste aree all’interno di un’azienda?

      Credo che sia una domanda importante e che tratti un altro aspetto fondamentale se si vuole utilizzare al meglio una macchina che, anche se composta da molti strumenti, ha bisogno di lavorare all’unisono.

      • Sergio

        Reply Reply novembre 19, 2012

        Bella domanda!
        Io ho iniziato nel 2008 con Youtube, caricando i video delle ns. macchine che lavorano marmo o granito. A breve supereremo i 2.000.000 (2 milioni) di visualizzazioni che non è male per un’azienda B2B. Pochi mesi dopo ho inziato con un blog e ora sono 3 in Italiano, 3 in Inglese + 1 in Francese e 1 in Tedesco. Linkedin è arrivato nel 2010 e Facebook a giugno di quest’anno. Per Facebook mi faccio aiutare da uno studio esterno mentre per il resto è tutto lavoro mio. Oltre a Newsletter che invio mensilmente in 6 lingue dove parlo delle nostre macchine. riesco a gestire il tutto anche perchè mi occupo personalmente dei cataloghi, video e foto delle ns. macchine.
        Sergio Prior

        • Alessio

          Reply Reply novembre 19, 2012

          Beh che dire, ottimi risultati.

  • almacri

    Reply Reply gennaio 18, 2013

    In melegatti ci ho lavorato. La sua situazione è un caso “a perdere”, non c’è nessuna consapevolezza relativamente alla comunicazione e non solo nel web:
    perdono tempo prezioso e le risorse vengono “spese” in soluzioni inutili e dispersive. Farlo capire alla proprietà e ai dirigenti è una lotta contro i mulini a vento:-) super d’accordo con te alessio!

    • Alessio

      Reply Reply gennaio 21, 2013

      Grazie per la tua testimonianza anche se questo articolò, più che una critica alle aziende che si comportano cosi, vuole essere più una spinta a cercare sempre di migliorare la propria azienda e il proprio business online.

Leave A Response

* Denotes Required Field