analisi della concorrenza

Analisi della concorrenza: come spiare e superare i competitor

Anche tu come me sai benissimo che buttarsi a capofitto in un’idea di business solo perché hai avuto un’intuizione geniale è stupido. Prima di muoverti in qualsiasi maniera devi fare le giuste valutazioni e una delle più importanti è sicuramente l’analisi della concorrenza.

Considerando che sul web si sono dette (a volte sprecate) tonnellate di parole per spiegare come fare un’analisi di mercato, oggi voglio condividere con te delle indicazioni pratiche che ho usato negli ultimi 5 anni per analizzare la concorrenza dei miei business.

Come sempre voglio darti solo indicazioni efficaci ma semplici e che puoi usare fin da subito.

Analisi della concorrenza: individua 5 competitor

Ovviamente per analizzare i tuoi concorrenti devi sapere chi sono, quindi, prima di fare qualsiasi cosa è importante stilare una lista con i 5 concorrenti più importanti della tua nicchia di mercato.

(Se stai ancora valutando la tua nicchia di mercato allora ti consiglio di leggere la guida gratuita che ho scritto sull’argomento).

A questo punto cerchiamo di scoprire ogni cosa di questi concorrenti, in particolare:

  • quali fonti di traffico usano
  • per quali parole chiave si posizionano e quali investono
  • quali siti usano per ottenere backlink
  • cosa dicono i clienti

Prima fase: Che cosa dicono i clienti?

Prima fase dell'analisi

Considerando che stiamo ancora facendo una ricerca di mercato, dobbiamo sapere tutto del tuo target e quale modo migliore se non andare ad analizzare i clienti dei tuoi concorrenti?

In particolare a noi interessano le opinioni dei clienti insoddisfatti, perché sono proprio loro che potrebbero accogliere una tua offerta visto che hanno avuto dei problemi con i tuoi competitor.

Ma veniamo al pratico, come si individuano le opinioni dei clienti insoddisfatti?

Come prima cosa, la soluzione più semplice, è andare su Google e cercare termini come:

  • [BRAND] + opinioni
  • [BRAND] + pareri
  • [BRAND] + recensioni

Se stiamo parlando di un concorrente abbastanza conosciuto, allora la tua analisi della concorrenza dovrebbe averti restituito già i primi risultati che ti aiuteranno a capire quali sono i punti di forza e di debolezza di quell’azienda. In ogni caso se non sei ancora soddisfatto ci vengono in aiuto alcuni tool: il primo è Social Searcher.

In pratica questo tool, una volta inserito il nome del tuo concorrente, ti mostra i contenuti sui social network che contengono la parola chiave inserita.

A questo punto se non hai ancora dei risultati soddisfacenti, magari perché ti trovi in una nicchia piuttosto ristretta, dobbiamo allargare il nostro raggio di azione, come? Usando Amazon.

In questo famosissimo e-commerce troverai (quasi) sicuramente dei prodotti in vendita simili ai tuoi, quindi, non ti resta che andare a leggere i commenti e le recensioni dei clienti.

Le recensioni più importanti per te sono quelle negative, soprattutto, se dettagliate perché è qui che puoi trovare le lacune del tuo settore che vorrai colmare con il tuo business online.

Dovresti aver trovato delle informazioni interessanti sui tuoi concorrenti, o più in generale sul tuo settore, ma ci manca ancora un elemento:

Come puoi rimanere aggiornato su sviluppi futuri e sapere se succede qualcosa di nuovo?

Semplice, usa Google Alerts per monitorare quello che si dice sui tuoi concorrenti e sul tuo settore.

Facciamo un primo bilancio

Finita questa prima ricerca dovresti conoscere i punti di forza e di debolezza dei tuoi competitor.

Ovviamente vorrai evitare i punti di forza della tua concorrenza perché, a te interessa spostare l’attenzione verso quelle lacune che i clienti percepiscono.

Quindi, il tuo compito è di sviluppare un business su misura per risolvere quel problema specifico.

Seconda Fase: che canali usano i tuoi concorrenti?

seconda fase dell'analisi

Se finora abbiamo lavorato per capire come conquistare una fetta dei clienti che ci sono nella tua nicchia, adesso dobbiamo capire come raggiungere questi clienti e il modo migliore per farlo è analizzare le fonti di traffico dei tuoi concorrenti.

Per fortuna, i tantissimi strumenti del web ci tornano estremamente utili anche in questa fase della nostra analisi della concorrenza.

Il primo che mi sento di consigliarti si chiama Similar web dove, dopo aver inserito l’URL del tuo concorrente, riceverai una serie di dati.

A noi interessa più di tutti la tipologia delle fonti di traffico perché ti aiuta a capire dove puoi trovare i tuoi potenziali clienti.

Per esempio, come puoi vedere nell’immagine qui sotto, questo sito riceve visite soprattutto dai motori di ricerca attraverso le ricerche organiche.

come cercare clienti con similar web

Se dovesse capitarti come in questo caso un sito che riceve molte visite dai motori di ricerca, puoi usare Semrush per individuare le parole chiave per cui è posizionato.

Per approfondire ancora di più questa analisi del tuo concorrente, puoi sfruttare open site explorer che mostra i backlink e, magari, contattare direttamente quei siti per ottenere anche tu un link da siti autorevoli.

E se invece i tuoi concorrenti usano il PPC?

Nel caso di pay per click per i motori di ricerca puoi usare sempre Semrush visto che mostra sia gli annunci che le parole su cui i tuoi concorrenti stanno puntando.

Se poi hai bisogno di spiare gli annunci dei tuoi concorrenti su Facebook (secondo grande canale di Pay Per Click) allora Adfox.io è un’ottima risorsa. Purtroppo non prevede una versione gratuita ma il prezzo è sicuramente più competitivo rispetto a tanti altri strumenti.

Consigli finali

Tutto questo serve per avere un’idea il più chiara possibile di quali sono le possibilità che puoi sfruttare all’interno della tua nicchia e, quali canali stanno usando i tuoi concorrenti per acquisire clienti.

In ogni caso c’è ancora un tassello che può esserti utile in questa analisi della concorrenza: la comunicazione dei competitor.

Che cosa voglio dire? Che oltre a conoscere questi dati a te interessa anche capire lo stile, il posizionamento e le parole che usano per rivolgersi ai loro clienti. Questo potrebbe aiutarti a trovare altri spunti per emergere all’interno della tua nicchia.

Come fai a scoprire questo ultimo tassello? Nulla di più semplice, iscriviti alle mailing list, ai feed e segui gli account social dei tuoi concorrenti, a quel punto basta carta e penna per prendere appunti.

Se poi stai ancora cercando un modo per realizzare la tua idea di business ti consiglio di prendere in considerazione questo servizio elaborato su misura.

A presto
Alessio

P.S. ti è piaciuto questo articolo? Allora condividilo sul tuo social preferito e aiutami a diffonderlo.

About The Author

Alessio Giampieri

Alla costante ricerca di nuove nicchie di mercato. La ricerca della strada più veloce e semplice per creare un business online è diventata la mia mission.

2 Comments

  • Marco

    Reply Reply maggio 28, 2016

    Ottimo articolo complimenti, utile sin dalla prima parola!

Leave A Response

* Denotes Required Field