beentouch nicchia di mercato

Ecco come Beentouch ha trovato la sua nicchia di mercato!

In questo articolo voglio parlarti di come una start up, che per certi versi potremmo definire innovativa, ha trovato la sua nicchia di mercato e come ha applicato da manuale i pilastri di ogni business online che cerco di insegnare attraverso questo blog.

Che cosa ha fatto questa start up?

Senza dilungarci in chiacchiere facciamo un breve riassunto della situazione e vediamo che cosa ha fatto Beentouch (è il nome della start up) di cosi positivo? Molto brevemente questa start up sta entrando nel mondo delle video chiamate, ha infatti sviluppato una nuova tecnologia che permette di fare video chiamate anche con scarsa connessione.

Questa potrebbe essere una breve descrizione dell’azienda ma proviamo ad analizzare più a fondo con l’occhio di un internet marketer il business. Se andiamo a vedere il mercato delle video chiamate ci sono aziende strutturate e competitor molto importanti, come ad esempio Skype (acquistata da Microsoft nel 2010 per 8,5 miliardi di dollari) o Citrix con i famosi GoToWebinar e GoToMeeting, insomma Beentouch si trova a competere contro dei veri e propri colossi dell’online.

Come ha superato il problema della concorrenza?

La soluzione, come indico anche nella mia guida gratuita, è semplice (almeno in teoria) e consiste nel trovare la giusta nicchia di mercato. Per fare questo i fondatori della start up sono partiti da un’esigenza reale, un problema che le persone hanno: le connessioni internet scadenti.

Non dirmi che non ti è mai capitato di fare una video chiamata e non sentire nulla, noi italiani lo sappiamo molto bene con le nostre connessioni che non sono ancora al passo con il resto d’Europa e, nella stessa situazione, si trovano tante altre persone che vivono in quei paesi dove il digitale non è cosi sviluppato.

Insomma, ci sono tante persone che sono tagliate fuori da questo mercato e a cui i competitor principali non danno peso perché si concentrano su tutti gli altri. Ecco allora che Beentouch si è messa al lavoro per sviluppare un software in grado di supportare le video chiamate anche con le peggiori connessioni.

Il software, dal punto di vista del marketing, si basa su 2 pilastri particolarmente importanti:

  1. Una richiesta da parte del mercato (necessità di fare video chiamate)
  2. Un problema irrisolto (scarsa qualità se non c’è una connessione ottimale)

Con questo cambio di rotta la start up si sta candidando come portavoce di tutte quelle persone che finora non venivano considerate. Si tratta di un colpo da maestro perché, invece di affrontare a viso aperto i concorrenti più grandi in una partita che avrebbe sicuramente perso, ha preferito cambiare target.

Stando alle parole dei fondatori infatti questo nuovo software sarà destinato principalmente all’America Latina e al sud del mondo dove le connessioni sono molto scarse (forse anche peggio delle nostre ;)) e i grandi player considerano come un mercato di secondo piano.

Come finirà per Beentouch?

Non possiamo avere la certezza e bisognerà vedere le strategie di marketing che applicheranno, ma i presupposti per far bene ci sono tutti e le possibilità di successo sono dalla parte dei suoi fondatori. A questo punto quindi mi piacerebbe farti una domanda: stai seguendo la stessa strada di questa start up oppure stai facendo come tutti?

Mi raccomando aspetto una tua risposta fra i commenti e, se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici e colleghi.

A presto
Alessio

About The Author

Alessio Giampieri

Alla costante ricerca di nuove nicchie di mercato. La ricerca della strada più veloce e semplice per creare un business online è diventata la mia mission.

Leave A Response

* Denotes Required Field