nicchia di mercato giardiniere

Quale nicchia di mercato per un giardiniere?

L’articolo che stai leggendo sarà particolarmente interessante se sei un giardiniere che vuole intraprendere la strada della libera professione (o che vuole migliorare il giro d’affari del proprio business), in ogni caso anche se non hai nulla a che fare con piante o fiori potresti trovare spunti interessanti.

Infatti, nelle prossime righe prenderemo come esempio un ipotetico giardiniere per individuare la giusta nicchia di mercato. In pratica faremo una simulazione e userò lo stesso metodo che ho inserito nella mia guida gratuita che puoi scaricare gratuitamente da questa pagina.

3 semplici mosse per trovare la giusta nicchia di mercato

1. Trova il giusto target

Tutto inizia con il target di riferimento, quelle persone a cui parlerai e da cui vorrai dei feedback. Partiamo subito col dire che se sei un giardiniere, l’idea di rivolgerti a tutti quelli che hanno un giardino è completamente sbagliata.

Se hai letto qualche mio articolo dovresti sapere che hai bisogno di rivolgerti ad un target ristretto, “tutti” è ben lontano da un gruppo ristretto di persone.

La situazione cambia se ti rivolgi solo a chi ha un giardino con fontana, oppure a chi coltiva in serra, o ancora a chi ha bisogno di un giardino per degli eventi.

Con queste aggiunte abbiamo ristretto i potenziali clienti ma, siamo ancora all’inizio del primo livello e la nostra nicchia dovrà attraversarne 3. Ad ogni modo, nella nostra simulazione l’ipotetico giardiniere sceglie di rivolgersi a chi ha bisogno di un giardino curato per eventi.

Per cercare di individuare in maniera ancora più precisa il nostro target, possiamo spingerci oltre e cercare di capire che tipo quali eventi hanno bisogno di un giardino. Per esempio chi organizza eventi di animali , ma anche chi organizza matrimoni all’aperto ha bisogno di un giardiniere che si preoccupi di creare un’ambiente speciale.

Sarà proprio in questo tipo di eventi che useremo per la nostra simulazione, insomma il nostro giardiniere ha scelto di rivolgersi a chi ha bisogno di un giardino ben curato per un matrimonio perfetto.

2. Trovare il problema/desiderio

A questo punto dobbiamo occuparci del secondo livello della nostra nicchia, perché se abbiamo trovato il target a cui vogliamo rivolgerci, dobbiamo capire qual è il problema o desiderio che stanno cercando di soddisfare.

Nel nostro caso parliamo di un evento piacevole e più che un problema è facile pensare che queste persone abbiano un desiderio.

In particolare, se parliamo degli sposi, possiamo immaginarci che vogliano creare un ambiente indimenticabile e, per risolvere questo desiderio, il nostro giardiniere sceglie di diventare uno specialista dei matrimoni in villa.

3. Elabora un’offerta

A questo punto il nostro giardiniere si trova davanti ad una serie di elementi, che deve combinare all’interno di un’offerta irresistibile.

Perché i potenziali clienti dovrebbero rivolgersi a lui piuttosto che ad un giardiniere generico che magari è anche più economico?

Innanzitutto è facile pensare che, se il nostro giardiniere è specializzato in piante e fiori per matrimoni, riuscirà a creare qualcosa di un livello superiore ma questa idea deve riflettersi in un’offerta che riesce a metterlo in una posizione di vantaggio rispetto alla concorrenza.

(Se non sai ancora chi sono i tuoi concorrenti ti consiglio di leggere questo articolo)

Per esempio potremmo elaborare un servizio che porterà le piante e i fiori anche nei giorni successivi all’evento e, avranno il compito di prolungare le sensazioni positive. Questa innovazione potrebbe anche aiutare la coppia nel tornare gradualmente alla vita di tutti i giorni.

In pratica, per riassumere un po’ il tutto possiamo dire che il nostro giardiniere, inizialmente generico, ha trovato la sua nicchia di mercato costituita dalle persone che vogliono creare un ambiente unico e indimenticabile per un matrimonio in villa.

Per soddisfare a pieno i loro desideri il nostro amico ha creato un servizio che continua anche nei giorni successivi e, aiuta la coppia a vivere per molto tempo le sensazioni positive di quel giorno.

E adesso che cosa succede?

Il giardiniere della nostra simulazione a questo punto deve mettersi al lavoro per raggiungere nuovi clienti e, per farlo ha bisogno di sfruttare canali specifici come ad esempio siti a tema (sarà molto difficile che qualcuno cerchi su Google “giardiniere per matrimoni”), ma può anche stringere delle partnership con professionisti del suo settore, come ad esempio delle weding planner.

Inoltre, il nostro amico professionista dovrà usare una comunicazione specifica che parli direttamente a chi organizza matrimoni (nel caso di offerte B2B), oppure ai clienti finali (nel caso di offerte B2C).

Ad ogni modo questa comunicazione deve essere affinata continuamente, cercando di allinearla con le difficoltà e i desideri dei potenziali clienti. Questo aumenta sensibilmente l’efficacia della comunicazione, che sarebbe stata molto più vulnerabile se avesse scelto di rivolgersi a “Tutti quelli che anno un giardino”.

A presto
Alessio

About The Author

Alessio Giampieri

Alla costante ricerca di nuove nicchie di mercato. La ricerca della strada più veloce e semplice per creare un business online è diventata la mia mission.

Leave A Response

* Denotes Required Field