Marketing di nicchia insegnante pilates

Paige, l’insegnante di pilates che usa il marketing di nicchia

Devi creare un business online per vendere borse personalizzate, che cosa faresti? Se non hai vincoli geografici e sei come la maggior parte delle persone, potresti pensare di rivolgerti ai cinesi.

D’altronde sono più di un miliardo e le donne adulte, quindi in target, sono circa 250 milioni. Se riesci a convertire anche solo l’1% di loro e, da ogni cliente riesci a guadagnare appena 30 € hai incassato 75 milioni di Euro, non male vero?

Mi dispiace dirti che la realtà è completamente diversa, infatti, un pubblico cosi generico ti obbligherebbe a creare campagne di marketing talmente generiche da passare inosservate agli occhi dei tuoi clienti.

Per questo motivo in ogni post cerco di trasmettere il fatto che scegliere una nicchia di mercato è un vantaggio enorme per la tua attività su internet. Oggi però non ti elencherò la solita lista di benefici, voglio raccontarti un caso reale particolarmente interessante, infatti, non si tratta dell’ultima start up innovativa e nemmeno di qualche grande azienda con budget milionari.


Il caso reale di Paige: un'insegnante di pilates

Paige è un'insegnante di pilates che ha lavorato per anni come dipendente e ad un certo punto decide di aprire uno studio tutto suo. Anche se stabilisce la sua tariffa oraria a 75 dollari, è costretta ad accettare clienti che spesso sono disposti a pagarle meno perché non percepiscono il suo reale valore.

In questa prima fase della sua nuova attività, Paige è interamente concentrata sui suoi guadagni e non fa distinzione fra clienti e tipologia di esercizi. Infatti, si occupa di Pilates in modo generico nonostante sa benissimo che lavorare con attrezzi sarebbe molto più efficace.

Il cambio di mentalità

La sua situazione cambia drasticamente quando scopre un video online che le spiega l'importanza di trovare la propria nicchia di mercato. A questo punto si innesca una nuova mentalità in lei perché smette di cercare un modo per poter guadagnare di più e inizia a cercare di capire i suoi clienti.

Infatti, il suo problema principale era che conosceva perfettamente il pilates ma non aveva la minima idea di come questa disciplina fosse vista dai suoi clienti e decide quindi di seguire la strada più semplice possibile.

Inizia a chiedere (ad una storica cliente) che cosa la spingesse a seguire le sue lezioni e, la risposta non lasciava dubbi: voleva correggere la sua cattiva postura e rafforzare i muscoli della schiena.

A questo punto Paige si accorge che questi problemi erano percepiti anche da altri clienti, inizia quindi a spiegare che lavorando con gli attrezzi avrebbe potuto migliorare notevolmente la schiena delle sue clienti.

I primi test nella nuova nicchia di mercato

Proprio in questo momento nella sua mente inizia a nascere l'idea di una nuova nicchia, prima però doveva testarla. Il modo più semplice per capire se stava percorrendo la strada giusta era quello di fare dei test con i suoi potenziali clienti.

Quando qualcuno le chiedeva che cosa faceva lei aveva sempre risposto "sono un istruttrice di pilates", mentre adesso "sono istruttrice di pilates e aiuto i miei clienti a risolvere gli infortuni alla schiena". In questo modo ha potuto notare notando subito un grande interesse.

I risultati ottenuti

Da insegnante generica come tanti altri, Paige si è specializzata sempre più nella risoluzione di problemi alla schiena, e questo le ha permesso di raddoppiare la sua mole di lavoro. Non è un caso infatti, se dalle 20-25 ore settimanali iniziali ora riesce ad assicurarsi una media di 30-40 ore alla settimana con clienti disposti a darle 75 dollari l'ora (la tariffa che aveva stabilito all'inizio).


Cosa possiamo imparare dalla storia di Paige?

La parte più complicata è (quasi) sempre la fase iniziale, cioè quando cerchi di capire che cosa vogliono i tuoi clienti e quali sono le loro aspettative verso il tuo prodotto o servizio; devi però riconoscere che è anche la più importante.

Una volta che riesci a capirlo il passo successivo (creare un'offerta) è piuttosto semplice, perché devi "solamente" impacchettare (spesso non devi inventare nulla di nuovo) una soluzione ad hoc per quel problema o desiderio specifico che hai trovato.

Anche se questo approccio è apparentemente meno efficace rispetto a chi voleva vendere le borse in Cina, in realtà il tuo business online guadagna una serie infinita di benefici. Innanzitutto, devi farti largo in un mercato con meno concorrenti e dove l'attenzione dei clienti è un bene più a buon mercato, hai modo di aumentare la tua tariffa e, infine, puoi creare campagne di marketing specifiche.

Il solo fatto di poter creare una campagna di marketing specifica, apre una quantità infinita di opportunità perché riesci a parlare direttamente al cuore dei tuoi clienti e questo ripaga sempre in termini di fatturato.

A questo punto immagino che ti stai chiedendo da dove potresti iniziare per creare il tuo business online, vero? Innanzitutto potresti leggere la mia guida gratuita (3 semplici mosse per trovare la giusta nicchia di mercato) e fare subito dopo qualche test, proprio come ha fatto Paige.

A presto
Alessio

Fonte: iwillteachyoutoberich.com

About The Author

Alessio Giampieri

Alla costante ricerca di nuove nicchie di mercato. La ricerca della strada più veloce e semplice per creare un business online è diventata la mia mission.

Leave A Response

* Denotes Required Field