Per un’attività su internet è utile il silenzio?

Come avrai notato, è da qualche tempo che sto scrivendo su questo blog con una minor frequenza, dai due articoli a settimana ora siamo arrivati a circa un articolo a settimana, ma perché?

Nel mio particolare caso il motivo è che nel prossimo periodo ci saranno novità interessanti visto che sto portando avanti nuovi progetti che spero troverai utili ma, quella del silenzio può essere una scelta adatta?

Beh a seconda dei casi può essere una soluzione più o meno ideale, ma si tratta di una scelta sicuramente efficace nel caso in cui non hai qualcosa di realmente interessante da comunicare ai tuoi lettori.

Questo logicamente non vale solo per un blog ma per tutte le attività di comunicazione con il tuo pubblico, come ad esempio le email.

Alla base di questa affermazione c’è un principio molto semplice che spesso viene ignorato e causa gravi danni, se non hai nulla di interessante da dire al tuo pubblico rimani in silenzio.

Sembrerà stano perché, soprattutto su internet, se non rimani in costante contatto, le persone che ti seguono si dimenticheranno di te, puoi stare pur certo che succederà e anche prima di quanto pensi…

…ma se per evitare questo, inizi a scrivere articoli od email semplicemente per “dire qualcosa” e si tratta di contenuto poco rilevante, ecco che il risultato sarà decisamente peggiore.

Il tuo pubblico percepisce la mancanza di contenuti utili e, prima di quanto credi la tua attività su internet verrà considerata “una delle tante” con grazi conseguenze, quali?

Interazione sul tuo blog in calo, quindi anche meno commenti e meno condivisioni sui social media che con il tempo (neanche troppo) si trasformano in meno visite, meno vendite, meno clienti e meno guadagni.

Ma allora come evitare tutto questo?

Semplice, come dicevamo all’inizio, evitare di scrivere o comunicare con il tuo pubblico se non hai dei contenuti validi da offrire.

Attenzione però, contenuti validi non significa per forza trasferire in un articolo tutto il lavoro di un seminario dal vivo, semplicemente quello che devi fare è riuscire ad offrire qualcosa che valga la pena di leggere, ascoltare o vedere.

Ad esempio un post che chiede un’opinione ai lettori e, li rende partecipi di alcuni progetti è scuramente un ottima idea, visto che può anche innescare delle reazioni, avviando cosi discussioni interessanti fra te e il tuo pubblico.

Quindi tutti i programmi e i calendari di pubblicazione post o di invio delle email sono sbagliati?

Assolutamente no, ma se per rispettare il tuo calendario (es. tre post a settimana) ti trovi a dover scrivere parole su parole inutili, allora è decisamente meglio rimanere in silenzio, concentrandoti anche su altri progetti (come sto facendo in questo momento)…

…cercando di offrire contenuto veramente interessante per chi dedica il suo tempo a leggere quello che scrivi.

Logicamente avrai notizia anche di questi progetti futuri, nel quale cercherò di offrire il massimo della semplicità ed efficacia; intanto se vuoi condividere le tue opinioni e le tue riflessioni su questo argomento aspetto di leggere un tuo commento 😉

A presto

Alessio

About The Author

Alessio Giampieri

Alla costante ricerca di nuove nicchie di mercato. La ricerca della strada più veloce e semplice per creare un business online è diventata la mia mission.

2 Comments

  • Edyta

    Reply Reply ottobre 8, 2012

    Ciao Alessio,

    Mi è piaciuta la frase: “Se non hai nulla di interessante da dire al tuo pubblico rimani in silenzio.” Scrivere è uno degli strumenti più potenti per sviluppare la fiducia e la credibilità rispetto al nostro potenziale pubblico. Condividendo informazioni di elevata qualità tramite un post possiamo presentare le nostre idee innovative e far conoscere la nostra professionalità.

    • Alessio

      Reply Reply ottobre 8, 2012

      Esatto Edyta, poi il fatto di restare in silenzio andrebbe esteso a tutte le azioni in cui è prevista la comunicazione con il nostro pubblico. Nonostante questo però, come dici tu, la scrittura è uno strumento potentissimo e va utilizzato con saggezza :-).

      Alessio

Leave A Response

* Denotes Required Field