valutare idea di business

Come si valuta un’idea di business? Ecco la soluzione

Se la tua mente è orientata un minimo al business online, sai benissimo che le idee di business non mancano e a volte è quasi “doloroso” dover rinunciare proprio a quel progetto perché sei concentrato su qualcosa che ti impegna molte risorse.

Infatti le idee di business sono tutte attorno a noi, basta semplicemente osservare la realtà che ci circonda facendo attenzione ad alcuni elementi. Pensa un attimo, quante volte hai faticato a risolvere un problema? Quante volte hai sentito qualcuno lamentare un problema che non riesce a risolvere dopo numerosi tentativi?

Possiamo dire che tutte le volte che ti trovi davanti ad un problema, se riesci a risolverlo hai per le mani un’idea di business. La preoccupazione quindi non dovrebbe essere come trovare un’idea di business, ma capire se ha un potenziale per diventare un business online.

Prima di scartarla o buttartici a capofitto però è importante valutare un’idea di business con un certo distacco e su degli elementi quanto più oggettivi possibili. Certo, le capacità personali hanno la loro importanza (un investitore della silicon valley da 30 anni ha sicuramente una sensibilità maggiore rispetto alla media) ma, avere dei paramenti da seguire può sicuramente aiutare a ridurre il margine di errore.

Per semplificare questo processo estremamente delicato e che richiede molta esperienza l’ho voluto sintetizzare in 3 punti fondamentali che devono incastrarsi come i pezzi di un puzzle. Insomma, una specie di test che mette mette alla prova la tua idea di business.

1 – Esiste un problema?

Lo abbiamo già anticipato ma è giusto ripetere che innanzitutto deve esistere un problema (o anche un desiderio) che le persone vogliono risolvere. È giusto dirlo ancora perché questo è probabilmente l’elemento più importante di tutti.

Se la tua idea si basa su qualcosa di astratto sarà molto difficile creare un business e, molto probabilmente, farai un buco nell’acqua. Adesso però bisogna fare una precisazione, fai attenzione a questo passaggio importante, perché a te non interessa che il problema sia oggettivamente grave ma solo che le persone lo percepiscano cosi.

 Facciamo un esempio per chiarire il tutto: il cambiamento climatico è un problema preoccupante e che dovrebbe essere in cima alle priorità di tutte le persone, eppure quante di loro investono davvero i loro soldi per azioni concrete come magari installare un impianto fotovoltaico?

Al contrario, avere uno smartphone o un'auto abbastanza grande non risolve nessun problema se non un proprio desiderio personale. Eppure, nonostante tutto la spesa è decisamente maggiore in questi due settori e le persone, a volte, decidono di acquistare anche quando non ce un reale bisogno.

Per questo motivo ho detto che non serve un problema oggettivamente grave, è molto più importante la percezione che una persona ha di quel problema. Più considera grande il problema e necessaria una soluzione, più sarà disposta a spendere.

2 – Come viene risolto il problema?

La tua idea di business punta a risolvere un problema che le persone sono consapevoli di avere, quindi adesso è arrivato il momento di analizzare il comportamento di queste persone. Infatti, è fondamentale capire se sono disposte a spendere per risolverlo oppure se si tratta di qualcosa che considerano secondario e con cui magari possono convivere.

Il modo migliore per capirlo è vedere se stanno già acquistando prodotti o servizi con l’intento di risolvere questo problema. Se la risposta è positiva allora stai analizzando un’idea di business che ha un mercato, altrimenti la situazione è preoccupante.

A questo punto, se hai superato anche questo test, cerca di capire se sono soddisfatti della soluzione che hanno acquistato e, soprattutto, di cosa non sono contenti perché questo ti servirà più avanti.

3- C’è competizione?

Se hai avuto un’idea di business cosi geniale da non avere concorrenti, allora probabilmente questo business online non ha futuro. Se invece sei in un mercato dove ci sono concorrenti allora è arrivato il momento di analizzarli (se vuoi approfondire l’argomento ne ho parlato in questo articolo).

Considera che lo scenario migliore è di equilibrio perché senza concorrenti rischi di fare un buco nell’acqua ma, con mercati troppo competitivi rischi di non emergere mai e potresti dare troppa fatica per acquisire qualche cliente.

Partendo dal presupposto che devi essere in grado di “superare” i concorrenti, devi capire quello che stanno facendo, la loro situazione aziendale, la struttura a livello di marketing e soprattutto l’opinione che il mercato ha di loro.

A questo punto il tuo obiettivo è di creare valore per i tuoi futuri clienti, quindi hai bisogno di innovare quel settore. Attenzione però, non devi portare innovazione a casaccio perché il tuo obiettivo è applicare quella che mi piace definire “innovazione funzionale”, in poche parole devi introdurre sul mercato qualcosa di nuovo che può portare dei vantaggi ai clienti.

Una delle strade più battute per portare innovazione funzionale è quella della nicchia di mercato. Si tratta di un passaggio a cui tengo molto al punto tale che ho scritto anche una guida gratuita per trovare la giusta nicchia di mercato.

Il motivo della mia attenzione a questo aspetto è semplice, perché nella maggior parte dei casi non è possibile portare un’innovazione tecnologica radicale quindi, non ti resta che la strada della specializzazione che si chiama nicchia di mercato.

3 semplici mosse per trovare la giusta nicchia di mercato

Conclusioni

Per riassumere tutte le parole che hai letto finora possiamo dire che i 3 requisiti necessari per capire se la tua idea di business merita attenzione e, soprattutto, il tuo impegno sono:

  1. problema percepito
  2. mercato
  3. concorrenti.

Se hai davanti a te un’idea di business con questi requisiti ci sono buone possibilità di creare un business solido ed etico, che ha sicuramente più valore dell’ultimo stratagemma pensato per sfruttare le tendenze.

Questo scenario porta con se tantissimi vantaggi e, probabilmente, il più importante di tutti è la possibilità di costruire un brand in cui la tua community ti vede come un’autorità. La valutazione della tua idea di business ha dato una risposta positiva? Allora non ti resta che sviluppare un modello di business sostenibile ma questa è tutta un’altra storia.

A presto
Alessio

P.S. ti è piaciuto questo articolo? Allora condividilo sui tuoi social preferiti e aiutami a diffonderlo.

About The Author

Alessio Giampieri

Alla costante ricerca di nuove nicchie di mercato. La ricerca della strada più veloce e semplice per creare un business online è diventata la mia mission.

Leave A Response

* Denotes Required Field